Come mai chi si rieitne pacifista e non violento si augura che Berlusconi muoia o che qualcuno lo ammazzi?

Sentiamo...vediamo fino a che punto si è pacifisti....e non violenti...e amanti del Prossimo...

Actualización:

Carissimi....la frase "a morte santoro" l'ho letta solo una volta...ma a Berlusconi ne hanno dette parecchie. Quanto al partito dell'amore...beh, Berlusconi è violento, ma sfido chiunque a dirmi se una sola volta ha detto "ammazziamo qualcuno".

Mi domando,inoltre..come mai augurarsi di vederlo morto e non di sconfiggerlo? sono due cose diverse,no? cosa è,paura di essere "nani" nel cervello?

Actualización 2:

Vi rendente conto che c'è gente che dice "sono pacifista ma ciò non significa che odio la violenza"? incredibile...però tutti glissano la domanda. Si, ok, è tutto giusto: Berlusconi è cattivo,mafioso,assassino,stragista,è tutto di tutto...ma come mai lo volete morto?come mai volete fare resistenza ammazzandolo?Avete mai visto uccidere un animale?Guardatelo...e capirete che molti di voi hanno dentro solo cattiveria verso chiunque...

Actualización 3:

-------Quoto Mirta e Dottor Destino 19.....e meno male che gli altri sono pacifisti. Chiunque vada contro di loro deve essere ammazzato, insomma. Scommetto che amano pure Che Guevara, che di fucilate ne ha fatte tante, senza neanche usare i giudici...

30 respuestas

Calificación
  • Mirta
    Lv 5
    hace 1 década
    Respuesta preferida

    Non è una questione di pacifismo o di non violenza è questione CHE ORMAI NON SANNO PIù COSA PENSARE, COSA DIRE, COSA FARE per toglierlo di mezzo....... e allora da GRANDE INTELLETTUALI hanno ben pensato di cominciare con le iettature, ballare vodoo e pregando che crepi, ormai combattono così e i risultati si vedono alle urne.

  • RODAN
    Lv 6
    hace 1 década

    E chi ti dice che queste due categorie corrispondano?

    Farla finita con il qualunquismo spinto no, vero?

    Quelli che invece sono andati alla manifestazione dell'amore contro l'odio e gridavano "a morte Santoro"?

    Quelli sì che erano intrisi di amore per il prossimo!

    -------------------------------------------------------------------------

    "beh, Berlusconi è violento, ma sfido chiunque a dirmi se una sola volta ha detto "ammazziamo qualcuno".

    Che cosa diamine c'entra?!?!?

    Perchè qualche esponente dell'opposizione o del giornalismo o della magistratura ha mai detto "ammazziamo berlusconi"?!?!?!?

    Berlusconi è violento, denigra magistratura, giornalismo ed opposizione, ed istiga i suoi elettori a pensare certe idiozie.

  • Anónimo
    hace 1 década

    Io non sono per la violenza, ne sono per guerra. Ma credo nella giustizia.

    Se berlusconi dovesse avere un infarto non mi dispiacerebbe.

    E' complice diretto della morte di Falcone e Borsellino.

    Non vorrei che fosse ammazzato, ne desidero la sua morte, ma se dovesse capitare per cause naturali significherebbe niente più danni alla democrazia, non festeggerei, ma di certo non spenderei una lacrima per un mascalzone in meno.

    Come non mi dispiacerebbe se venisse un infarto a Ahmadinejad.

    Vai con i pollici in giù...

  • hace 1 década

    beh..questa domanda dovresti farla al presidente del "partito dell'amore"...istiga alla violenza...ci sarà un motivo se finorà gli hanno tirato un cavalletto per macchine fotografiche e una statuetta...se invece di sfuggire ai processi, fare leggi per proteggersi si facesse mettere in galera come merita non ci sarebbe più violenza nei suoi confronti non credi?

    si dice che la giustizia sia uguale per tutti, ma a quanto pare non è così...

  • ¿Qué te parecieron las respuestas? Puedes iniciar sesión para votar por la respuesta.
  • Anónimo
    hace 1 década

    primo, sono un pacifista ma non mi sono mai dichiarato non-violento. secondo, berlusconi non si può ammazzare. ne faremmo un martire e non possiamo permettercelo, bisogna che intervenga Nostro-Signore-Gesù-Cristo-Dall'Alto-dei-Cieli e ce lo tolga dalle scatole. basta un infartino secco, mica chiediamo tanto!

  • hace 1 década

    Berlusconi è diventato premier grazie al potere mediatico, che gli permette di ipnotizzare labili menti, proprio come facevano Wanna Marchi & C, non rapresenta politicamente gli italiani li rapresenta mediaticamente. Tutto il suo governo agisce tramite il potere mediatico. Ma per fortuna nessuno può impedire ad ognuno di noi di amare ed odiare, nessuno potrebbe obbligarmi ad essere triste se dovesse succedere al premier ciò che è successo in Polonia, come nessuno potrebbe impedirmi di gioire, come nessuno è obbligato a condividere o meno tutto ciò.VOLETE ABOLIRE ANCHE LA LIBERTA' DI PENSIERO?

  • Anónimo
    hace 1 década

    Bah... anche Dio ha mandato a morire suo figlio.

    E figurati che lui è AMORE !

    Noi non siamo Dio, e Berlusconi non è Gesù quindi non c' è nessun problema di coscienza.

    Lo facciamo per un bene più alto!

  • Luca
    Lv 4
    hace 1 década

    perché la morte di un uomo solo potrebbe portare la pace per molti uomini.

    (questo è la principale risposta che ti si potrebbe dare alla tua domanda che ha poca logica)

  • hace 1 década

    La domanda merita una risposta assai articolata e non può essere liquidata con una semplice battuta di spirito, seppure questa verrebbe spontanea!!!

    Esiste un diritto risalente a molti secoli, denominato in termini moderni "diritto di resistenza"!

    Si tratta di un diritto che, nel corso dei secoli, ha avuto molteplici interpretazioni e molti sono stati gli autori di altissimo rango che hanno detto la propria sull'argomento: da Tommaso d'Aquino ai Gesuiti, dai monarcomachi protestanti (che propugnavano, insieme ai cattolicissimi Gesuiti, il "tirannicidio") del XVII secolo a Calvino e ancora a Locke.

    In epoca contemporanea, il diritto di resistenza è entrato a pieno titolo

    a) nella "Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino" rivoluzionaria francese nel 1789,

    b) nella costituzione del 1793,

    c) nella Costituzione partenopea del 1799 nella quale si esalta il dovere civico del cittadino di resiste ai soprusi/abusi del governo tirannico,

    In Italia si sono avute testimonianze eminenti a favore del diritto di resistenza, da Dossetti a Sturzo, da Passerin d’Entréves fino ad arrivare all'art. 3 del progetto costituzionale italiano, proposto dal Dossetti stesso, poi scartato!

    A questo diritto di resistenza occorre fare riferimento!!!

    Fuente(s): Costituzione francese del 1793 art. 35: "Quando il Governo viola i diritti del popolo, l’insurrezione è per il popolo e per ogni parte del popolo il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri." Progetto costituzionale italiano art. 3: "La resistenza individuale e collettiva agli atti dei pubblici poteri che violino le libertà fondamentali e i diritti garantiti dalla presente Costituzione, è diritto e dovere di ogni cittadino"
  • Nulla da aggiungere alla risposta di Rodan.

  • hace 1 década

    Il solito modo qualunquistico di affrontare una discussione, chi ha mai detto che i pacifisti e i non violenti desiderano la morte di berlusconi??

¿Aún tienes preguntas? Pregunta ahora para obtener respuestas.